Microplastiche anche in frutta e verdura

Secondo due studi scientifici separati le microplastiche penetrano in frutta e ortaggi attraverso le radici. Ora sono praticamente ovunque!

FUTURO PROSSIMO. 28 giugno 2020

Il primo studio è italiano. Secondo i dati raccolti da Margherita Ferrante, scienziata dell’Università di Catania, le mele sono il frutto più contaminato mentre le carote sono le verdure più colpite.

Pubblicato questa settimana sulla rivista Environmental Research, il rapporto chiede una verifica urgente degli effetti delle microplastiche sulla salute umana.

Entrano in tutto ciò che mangiamo

Un secondo studio peer-review pubblicato questa settimana rivela invece che la plastica viene trasportata dall’acqua attraverso i sistemi di irrigazione delle colture alimentari.

Lo studio è stato condotto congiuntamente da Lianzhen Li ricercatore dell’Istituto sulle zone costiere di Yanthai in Cina e dal professor Willie Peijnenburg dell’Università di Leida nei Paesi Bassi e saranno pubblicati in settimana sulla rivista Nature Sustainability.

Il professor Peijnenburg ha scoperto che le microplastiche penetrano nelle radici delle piante di lattuga e grano, e da lì trasportate nelle piante mature.

Per decenni gli scienziati hanno creduto che le particelle di plastica fossero troppo grandi per passare attraverso le barriere fisiche del tessuto vegetale.

Ora questo assunto viene messo decisamente in discussione. Ortaggi a radice come carote, ravanelli e rape, e ortaggi a foglia come la lattuga risultano essere maggiormente a rischio di contaminazione da microplastiche.

Eliminazione di plastiche raccolte su una spiaggia, ma in realtà sono dappertutto

Quante malattie porteranno le microplastiche?

Queste nuove scoperte sollevano seri dubbi sulla sicurezza del cibo che mangiamo.

Maria Westerbos, fondatrice della Plastic Soup Foundation, ha dichiarato: “Da anni sappiamo che finiscono nei crostacei e nei pesci, ma questa è la prima volta che sappiamo che le microplastiche finiscono anche nelle verdure. E se entra nelle verdure, sta entrando anche in tutti gli esseri viventi che mangiano le verdure, il che significa che sono anche nella carne e nel latte.”

Ciò che dobbiamo scoprire ora è ciò che ci stanno facendo. E questo è un territorio parzialmente inesplorato.

Mentre lottiamo, si spera seriamente, per eliminarle, dobbiamo rispondere con urgenza ad una domanda molto semplice: quanto ci fanno ammalare le microplastiche e come?

Latest news

Cosa ci attende prossimamente

Il futuro ci riserva molte innovazioni e scoperte legate alla tecnologia e alla medicina ma con conseguenze non sempre piacevoli per la vita sulla terra
- Advertisement -

L’auto a idrogeno: nel serbatoio una pasta al magnesio

Hanno scoperto un tipo di pasta che può stoccare grandi quantità di idrogeno per sviluppare energia nei motori

Tecnologia hyperloop: luci e ombre sul treno a 1000 km/h

Un treno a propulsione elettrica su magneti che corre in un tubo a una velocità di 1000km/h è in progettazione in Canada. Cambierà il modo di viaggiare risparmiando e senza inquinare

L’auto di domani avrà un motore a idrogeno

Le auto alimentate a idrogeno avevano subito un rallentamento grazie agli investimenti sull'auto elettrica ma la pandemia ha cambiato tutto, bisogna puntare sull'idrogeno come fonte energetica principale

Related news

Cosa ci attende prossimamente

Il futuro ci riserva molte innovazioni e scoperte legate alla tecnologia e alla medicina ma con conseguenze non sempre piacevoli per la vita sulla terra

L’auto a idrogeno: nel serbatoio una pasta al magnesio

Hanno scoperto un tipo di pasta che può stoccare grandi quantità di idrogeno per sviluppare energia nei motori

Tecnologia hyperloop: luci e ombre sul treno a 1000 km/h

Un treno a propulsione elettrica su magneti che corre in un tubo a una velocità di 1000km/h è in progettazione in Canada. Cambierà il modo di viaggiare risparmiando e senza inquinare

L’auto di domani avrà un motore a idrogeno

Le auto alimentate a idrogeno avevano subito un rallentamento grazie agli investimenti sull'auto elettrica ma la pandemia ha cambiato tutto, bisogna puntare sull'idrogeno come fonte energetica principale
- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

http://thetomorrowtimes.info/wp-content/uploads/2020/06/Alysei-Banner.jpg-003-2.png
Translate »