News of Future – NOTIZIE DAL FUTURO 2050

Il sito presenta avvenimenti e dati che potranno accadere nel futuro, sotto forma di news accadute da poco, come se fossero riportate su un quotidiano dell’epoca. Si tratta quindi di notizie di fantasia ma basate su valutazioni effettivamente possibili per i decenni futuri.

28 febbraio 2050 HANNO L’ALZHEIMER 13,2 MILIONI DI AMERICANI

Circa 13,2 milioni di americani hanno attualmente il morbo di Alzheimer. Il numero di persone con Alzheimer è triplicato negli ultimi 45 anni, sebbene la popolazione generale degli Stati Uniti sia cresciuta dello stesso periodo solo del 45%. Il motivo è principalmente dovuto all’invecchiamento della popolazione; circa il 60% di coloro che hanno l’Alzheimer ha 85 anni o più. La malattia di Alzheimer è la forma più comune di demenza tra le persone anziane. Coinvolge le parti del cervello che controllano il pensiero, la memoria e il linguaggio. L’Alzheimer è un disturbo irreversibile e, sebbene siano stati compiuti progressi nell’individuare la malattia in una fase precedente, per precedenti diagnosi e sforzi di prevenzione, non esiste ancora alcuna cura.
Quindi, come puoi sapere se qualcuno che conosci ha iniziato a sviluppare l’Alzheimer? Di solito inizia con una leggera dimenticanza. Quindi la persona pone sempre la stessa domanda e ripete la stessa storia, parola per parola. La persona può anche dimenticare eventi recenti e come svolgere attività semplici.

REALTA’Secondo il National Institutes of Health negli Stati Uniti, 13,2 milioni di americani avranno il morbo di Alzheimer entro il 2050, mentre la popolazione degli Stati Uniti sarà allora di 419 milioni (US Census Bureau).

23 maggio 2050 – UN QUARTO DELLA POPOLAZIONE USA È DI ORIGINI ISPANICHE

La popolazione degli Stati Uniti è ora cresciuta a 419 milioni di persone, di cui il 24,4%, sono di origine ispanica. La loro quota della popolazione è quasi raddoppiata da 50 anni e negli Stati Uniti vivono oltre 102 milioni di ispanici.

La popolazione degli Stati Uniti sta ancora aumentando in contrasto con la maggior parte dei principali paesi europei (a parte il Regno Unito) dove la popolazione è diminuita negli ultimi decenni. Se sei in cerca di un partner, hai ancora molto da scegliere se stai cercando una donna, dato che superano gli uomini di quasi 7 milioni!

REALTA’: i numeri si basano sulle proiezioni provvisorie statunitensi per età, sesso, razza e origine ispanica dall’Ufficio censimento degli Stati Uniti.

15 agosto 2050 La POPOLAZIONE MONDIALE RAGGIUNGE I 9 MILIARDI

All’inizio di questa mattina è nata una ragazza appena nata fuori dalla città di Djambala, nella Repubblica del Congo, ed è diventata la simbolica nove miliardesima persona al mondo. La madre di 23 anni Makemba Ngollo ha dichiarato di essere molto felice per l’arrivo di Titi, come verrà chiamato il bambino. Titi è una scelta puramente simbolica da parte delle Nazioni Unite, dal momento che è impossibile sapere dove nasce esattamente la miliardesima persona, dal momento che diversi bambini nascono ogni secondo in tutto il mondo. La scelta di un bambino dalla Repubblica del Congo coincide con la loro festa nazionale di oggi mentre celebrano i 90 anni di indipendenza.

REALTA’: Secondo la Revisione delle Nazioni Unite sulla Popolazione Mondiale 2004, la popolazione mondiale raggiungerà i 9,1 miliardi entro il 2050, con l’ India come nazione più popolosa , con un calo previsto della fertilità a poco più di 2 bambini per donna nel 2050 (da 2,6 bambini nel 2004). Anche se il sistema amministrativo sarà più efficiente nei Paesi in via di sviluppo, sarà comunque difficile determinare il numero esatto di persone nel mondo.

21 SETTEMBRE 2050 – PRIMO TURISTA PER MARTE

In una conferenza stampa oggi è stato annunciato che il primo turista in viaggio su Marte sarà il 38enne uomo d’affari americano Patrick Clifford. Lascerà la terra nella finestra di lancio del giugno 2052 e poggerà il piede sulla superficie di Marte a novembre, insieme agli altri 6 astronauti assegnati alla missione per esplorare ulteriormente il pianeta.

Patrick ha ora due anni di allenamento davanti a sé per prepararsi al viaggio. Non solo trascorrerà cinque mesi per arrivare su Marte, ma altri 600 giorni prima di poter tornare a casa. Patrick era ovviamente molto emozionato: “Questo è stato il mio sogno da quando avevo quattro anni, e vedere il primo uomo su Marte 20 anni fa mi ha fatto capire che era possibile”.
Per poter pagare 1,3 miliardi di dollari per il suo biglietto per il viaggio, Patrick vendette la sua quota di maggioranza nell’impero commerciale che suo padre aveva costruito. “So che mio padre sarebbe stato orgoglioso di me se fosse stato ancora vivo oggi, sapeva cosa significa per me”, afferma Patrick. Non vi è alcun rischio, tuttavia, che Patrick possa chiedere l’elemosina all’angolo della sua strada quando tornerà, secondo alcune indiscrezioni che è stato pagato il doppio per la sua parte dell’azienda.
Quindi, come passerà i suoi 600 giorni sul pianeta rosso? “Beh, dal momento che non ho un lavoro quando torno dopo aver venduto la società, ho un sacco di tempo per elaborare una nuova idea imprenditoriale”, dice e ride. Se porta una pala, può iniziare a costruire il primo hotel lì, ma forse non dovrebbe aspettarsi troppi ospiti fino a quando qualcuno non può offrire una tariffa di trasferimento più bassa.

REALTA’: diverse organizzazioni prevedono di mettere il primo uomo su Marte entro il 2030 e lo sviluppo del turismo spaziale nei prossimi decenni darà la possibilità di portare “turisti” su Marte. Secondo la Nasa, il modo più probabile di andare sarà una “Missione di lunga durata (transito veloce)” con 4-6 mesi per arrivarci e un soggiorno di 600 giorni prima di tornare.

Latest news

Cosa ci attende prossimamente

Il futuro ci riserva molte innovazioni e scoperte legate alla tecnologia e alla medicina ma con conseguenze non sempre piacevoli per la vita sulla terra
- Advertisement -

L’auto a idrogeno: nel serbatoio una pasta al magnesio

Hanno scoperto un tipo di pasta che può stoccare grandi quantità di idrogeno per sviluppare energia nei motori

Tecnologia hyperloop: luci e ombre sul treno a 1000 km/h

Un treno a propulsione elettrica su magneti che corre in un tubo a una velocità di 1000km/h è in progettazione in Canada. Cambierà il modo di viaggiare risparmiando e senza inquinare

L’auto di domani avrà un motore a idrogeno

Le auto alimentate a idrogeno avevano subito un rallentamento grazie agli investimenti sull'auto elettrica ma la pandemia ha cambiato tutto, bisogna puntare sull'idrogeno come fonte energetica principale

Related news

Cosa ci attende prossimamente

Il futuro ci riserva molte innovazioni e scoperte legate alla tecnologia e alla medicina ma con conseguenze non sempre piacevoli per la vita sulla terra

L’auto a idrogeno: nel serbatoio una pasta al magnesio

Hanno scoperto un tipo di pasta che può stoccare grandi quantità di idrogeno per sviluppare energia nei motori

Tecnologia hyperloop: luci e ombre sul treno a 1000 km/h

Un treno a propulsione elettrica su magneti che corre in un tubo a una velocità di 1000km/h è in progettazione in Canada. Cambierà il modo di viaggiare risparmiando e senza inquinare

L’auto di domani avrà un motore a idrogeno

Le auto alimentate a idrogeno avevano subito un rallentamento grazie agli investimenti sull'auto elettrica ma la pandemia ha cambiato tutto, bisogna puntare sull'idrogeno come fonte energetica principale
- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

http://thetomorrowtimes.info/wp-content/uploads/2020/06/Alysei-Banner.jpg-003-2.png
Translate »