MEZZI DI TRASPORTO SINGOLI IN CITTA’

Il Bonus Mobilità inserito nel Decreto Rilancio da parte del Governo, dà la possibilità di ottenere uno sconto del 60% dell’importo speso, per comprare e-bike, bici e monopattini elettrici, fino a un massimo di 500 €.

di Carlo Raspollini

In città ma anche nei piccoli centri, ci si muoverà sempre con più difficoltà coi mezzi pubblici, almeno in questa fase 2, senza il vaccino. Il servizio di sharing con auto, scooter o bici è fenomenale ma per il turista e chi ha casa in centro, chi viene dai quartieri più esterni non lo può usare. Il car sharing non si può lasciare al parcheggio oltre le mura urbane. Per non parlare del problema del posto auto in centro e degli ingorghi di traffico a determinate ore. Vi fornisco di seguito alcune idee per mezzi rapidi, singoli, futuribili già da adesso, in città, che vi renderanno liberi e indipendenti.

Sto parlando di bici ripiegabili, tipo quelle che porti sul bus o in treno o nel bagagliaio dell’auto. Ce ne sono anche elettriche, con pedalata assistita. Gli skateboard a motore elettrico. Gli hoverboard, uno skate con due ruote e altri arnesi del genere. Tutti questi rientrano nel filone personal transporter ed hanno avuto una certa diffusione, ma adesso, con gli incentivi all’acquisto, ne avranno una maggiore e diventeranno uno status symbol per i giovani in cerca di mode e di competizioni.

Dal 2017 è entrato in vigore un importante regolamento di omologazione europeo 168/2013 che individua tre categorie di veicoli:

L1e – Ovvero tutti i veicoli che non superano i 45 km/h e hanno una potenza inferiore ai 4 kW. Si tratta quindi degli scooter elettrici che man mano prenderanno il posto dei vecchi scooter di piccola cilindrata. Possono essere guidati con la patente AM che si consegue a 14 anni o con la patente B.

L1eA – Sono i veicoli a pedali dotati di pedalata assistita, come le bici elettriche, con potenza massima a mille watt e velocità inferiore ai 25 km/h. Sono equiparate alle bici tradizionali e non richiedono alcuna patente.

L1eB – Sono i ciclomotori a due o tre ruote dotati di motore elettrico con potenza massima fino a 4000 watt e velocità non superiore ai 45 km/h. In questo caso sono obbligatorie l’immatricolazione del veicolo, l’uso de casco e l’assicurazione.


La più piccola sul mercato dell’A Bike Electric

Bici pieghevole elettrica
Il mix bici pieghevole ad energia elettrica è ancora ridotto in Italia ma il mercato sembra muoversi in questa direzione. È un mezzo ideale perché trasportabile su altri mezzi, quindi per coprire anche tratte lunghe. Hanno batterie con cui si può arrivare a 180Km ma le più accessibili non superano i 40Km. Sono prodotte dalla A Bike Electric, intorno ai mille euro. Brompton, Kalkhoff Shael, Peugeot, che va a 20 Km/h, ha un’autonomia di 30 km, si piega in pochi secondi e si ricarica in 2 ore. Tra le varie proposte viste sul mercato, c’è FIIDO, il brand cinese che lancia il modello D11, (nella foto in basso), una delle più interessante biciclette elettriche pieghevoli, in grado di offrire l’autonomia da record di ben 100 km.  Il peso è ridotto, la batteria è da 36V e 11.6Ah ed è nascosta nel telaio invisibile. La D11 mantiene la possibilità di ripiegarsi per occupare poco spazio. Il peso è di 13 kg, molto meno rispetto ad altri concorrenti.

Balanced board elettrica
Noti anche come self-balance scooter, sono pedane su due ruote controllabili dal peso del corpo (self-balancing) e da movimenti impercettibili, non ci sono i freni, né l’acceleratore. Hanno tanto successo negli Stati Uniti e in Gran Bretagna ma anche da noi si vedono sempre più spesso in mezzo al traffico. Rispetto agli altri mezzi elettrici costano meno (si parte da 300 euro), sono pratiche ed estremamente compatte.

Due aziende, più di altre, hanno investito nella tecnologia Balance board: iGo e Nilox. Tra i modelli disponibili figurano iGo One, iGo Zero dedicato ai bambini e iGo ZeroZeroSette dotato di connessione bluetooth per riprodurre musica mentre si è in cammino. Nilox invece, ha puntato maggiormente sulla mobilità con il modello DOC1, disponibile a meno di 500 euro e in grado di assicurare più di 20 km di autonomia ad una velocità di 10 km/h.

Monoruota elettrica
Di equilibrio, la mono ruota elettrica (o monociclo elettrico) ne ha bisogno, e non poco, essendo priva di manubrio. I modelli più noti, il Ninebot One e l’AirWheel X8, sembrano oggetti di fantascienza, con dimensioni ridotte e che permettono, con un po’ di pratica di affrontare qualunque fondo stradale senza problemi. Le specifiche sono ottime: autonomia pari a 30 km circa e si raggiunge una velocità fino a 20 km/h. Si va da modelli economici di 200 euro ad oltre 1.000 euro, in base al tipo di materiale utilizzato, design, connettività e parti meccaniche.

Bici con l’aggiunta di motore

GeoOrbital permette di costruirsi una e-bike partendo da una bici normalissima a cui viene sostituita la ruota anteriore. L’autonomia garantita è pari a 80 chilometri e, grazie ad una porta USB, è possibile ricaricare anche il proprio telefonino in corsa. Il prezzo è di 600 €/$ circa. Con questa tecnologia, tutti i veicoli a ruote possono essere trasformati in un veicolo elettrico a ruote grazie alla presenza di questo tipo di motori. La ruota GeoOrbital è disponibile in 3 stili per adattarsi al 99% di tutte le biciclette per adulti. 

Skateboard elettrico

Li produce la Revoll in fibra di carbonio, autonomia 40 Km e velocità 50Km/h, costano 3.000€

Adesso Revoll ha deciso di realizzare un longboard elettrico all’avanguardia. Il ponte è realizzato al 100% in fibra di carbonio, offrendo la sua miscela unica di peso ridotto e rigidità. Una serie di camion in alluminio anodizzato mantiene in posizione le ruote DTC da 80 mm. La potenza viene dai singoli motori elettrici da 2.000 watt su ciascuna ruota posteriore. Potrebbe non essere l’elettrico più leggero del mondo, ma a 15,4 kg (7 kg) con batteria singola, non è nemmeno eccessivamente ingombrante.

Hoverboard
E’ il mezzo elettrico che più si avvicina allo skateboard lievitante di Ritorno al Futuro. A differenza di quello, gli hoverboard reali, oltre ad una pedana, sono dotati di una ruota che aiuta a tenersi ben in equilibrio ed è fondamentale per viaggiare. La batteria interna assicura il funzionamento per circa 20 Km con una singola carica e una velocità massima di 25,7 Km/h. Il prezzo va dai 3 mila dollari, forse con una maggiore diffusione, l’hoverboard diventerà più accessibile al grande pubblico. L’Halo Rover è considerato uno dei migliori. Il miglior rapporto qualità prezzo spetta al Tomoloo, il più economico è lo Swagtron T1 e c’è anche il fuoristrada Swagtron T6 Series.



WWWNYY Moto elettrica a 2.415€ su Amazon

Video del Nitro scooters serie 2000

https://youtu.be/FtDs9mv0zVI

Triciclo elettrico
A differenza dei veicoli elettrici fin qui descritti, i tricicli elettrici hanno una struttura ridotta all’osso e sono meno comodi da guidare, ma ne guadagnano in leggerezza e compattezza. Il triciclo elettrico si pone come perfetto sostituto della bicicletta elettrica, ma è ancora in fase di lancio sul mercato e si prevede abbia un costo base di 600 dollari.

Segway
La cosiddetta “biga elettrica”, unico dei mezzi elettrici della lista ad essere incluso nel Codice della strada italiano, ha una lunga storia, essendo il primo prototipo del 2001. I segway sono utilizzati, anche da vigili urbani e dai turisti, che li noleggiano in città. Le aziende fanno a gara per lanciare sul mercato modelli sempre più compatti e leggeri. Ad esempio il Ninebot Mini Pro, proposto a 699 euro, è un piccolo veicolo auto bilanciato con stabilizzazione giroscopica. Assicura 30 km di autonomia ad una velocità massima pari a 18 km/h e pesa 12,7 kg. Anche il Ninebot Mini Pro offre un’app per iOS e Android che consente di sapere in qualunque momento l’autonomia della batteria, di attivare l’allarme e di controllarlo da remoto.

Monopattino elettrico
Ne esistono di ogni modello e prezzo, dai 400 euro in su per modelli funzionali all’uso quotidiano, sono leggeri e belli da vedere. Li produce la cinese Xiaomi, quella dei telefonini come il modello M365 Pro, il migliore del 2020, nella foto sopra. Anche per i monopattini elettrici le aziende non rinunciano a funzionalità smart, come nel caso dell’Immotor Go, prodotto di grande qualità, che offre un’integrazione senza precedenti con il proprio smartphone, integra speaker wireless, una fotocamera per scattarsi selfie in movimento, un navigatore e due batterie a litio che comunicano tra di loro, grazie a un chip, per ottimizzare i consumi e assicurare maggiore autonomia.

Andrea Giorgi, il 5 giugno 2020 ha pubblicato Miglior Monopattino Elettrico, vedi qui:

https://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:cwyjI1T2k8EJ:https://www.smartdomotica.it/monopattini-elettrici-migliori+&cd=6&hl=it&ct=clnk&gl=do

Carlo Raspollini
Carlo Raspollini
Nasce a Follonica, in Maremma. Si laurea in Scienze Sociali a Trento il 12.12.1973 con una tesi di Psicologia Sociale sulle Comunicazioni di Massa. Inizia subito a collaborare in Rai a varie rubriche radiofoniche dal 1971. Partecipa a Per Voi Giovani, Retroscena, vari sceneggiati musicali, Inonda, La Civiltà dello Spettacolo. Dal 1989 arriva in televisione dove, come Autore e -a volte- Produttore e anche Regista, idea e partecipa a numerosi programmi, tra i quali: L'amore è una cosa meravigliosa, Tua, varie prime serate di spettacolo, poi inizia a collaborare a Unomattina e contemporaneamente a Linea Verde, Linea Verde Orizzonti, La Prova del Cuoco, Storie Vere, Ciao Come stai?, Vitabella più vari speciali quasi sempre su Raiuno. Dal 2016 vive a Punta Cana, Repubblica Dominicana , dove si occupa di eventi gastronomici internazionali.

Latest news

Cosa ci attende prossimamente

Il futuro ci riserva molte innovazioni e scoperte legate alla tecnologia e alla medicina ma con conseguenze non sempre piacevoli per la vita sulla terra
- Advertisement -

L’auto a idrogeno: nel serbatoio una pasta al magnesio

Hanno scoperto un tipo di pasta che può stoccare grandi quantità di idrogeno per sviluppare energia nei motori

Tecnologia hyperloop: luci e ombre sul treno a 1000 km/h

Un treno a propulsione elettrica su magneti che corre in un tubo a una velocità di 1000km/h è in progettazione in Canada. Cambierà il modo di viaggiare risparmiando e senza inquinare

L’auto di domani avrà un motore a idrogeno

Le auto alimentate a idrogeno avevano subito un rallentamento grazie agli investimenti sull'auto elettrica ma la pandemia ha cambiato tutto, bisogna puntare sull'idrogeno come fonte energetica principale

Related news

Cosa ci attende prossimamente

Il futuro ci riserva molte innovazioni e scoperte legate alla tecnologia e alla medicina ma con conseguenze non sempre piacevoli per la vita sulla terra

L’auto a idrogeno: nel serbatoio una pasta al magnesio

Hanno scoperto un tipo di pasta che può stoccare grandi quantità di idrogeno per sviluppare energia nei motori

Tecnologia hyperloop: luci e ombre sul treno a 1000 km/h

Un treno a propulsione elettrica su magneti che corre in un tubo a una velocità di 1000km/h è in progettazione in Canada. Cambierà il modo di viaggiare risparmiando e senza inquinare

L’auto di domani avrà un motore a idrogeno

Le auto alimentate a idrogeno avevano subito un rallentamento grazie agli investimenti sull'auto elettrica ma la pandemia ha cambiato tutto, bisogna puntare sull'idrogeno come fonte energetica principale
- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

http://thetomorrowtimes.info/wp-content/uploads/2020/06/Alysei-Banner.jpg-003-2.png
Translate »